Storia antica

Video su Storia antica

La battaglia di Maratona: riassunto

A cura di:

1170 visite

0 domande

Tra il 550 a.C. e il 490 a.C. l’impero persiano diventa sempre più aggressivo con le poleis greche, con lo scopo di assumere il controllo della penisola balcanica. La mancata sottomissione di queste porta dunque alle Guerre Persiane, la prima, negli anni ’90 del 400 a.C. e la seconda, che si consuma tra il 480 a.C. e il 479 a.C. La prima rivolta ionica viene guidata da Aristagora, tiranno di Mileto, che riesce a conquistare Sardi, antica capitale del regno di Libia e sede del governatorato persiano. La risposta persiana non si fa attendere: nel 494 a.C. Mileto viene distrutta, e nel 493 a.C. viene sottomessa Chio, da dove resistevano i rivoltosi. Si arriva così alla battaglia di Maratona, che prende nome dal luogo in cui si svolge: una piccola piana affacciata sul mare a quaranta chilometri da Atene. La falange oplitica greca schiera fanti corazzati, mentre l’esercito persiano è composto da contingenti di etnia e tecnica militare profondamente diversa, a immagine dell’impero. Lo scontro è violento e i persiani, che non sono abituati alla lotta ravvicinata e prediligono il lancio di giavellotti, hanno la peggio. I greci, dopo aver messo in fuga l’esercito persiano, ne fanno strage, e al termine della battaglia si contano 6400 morti persiani contro 192 morti ateniesi.

domande

Signor Wolf
Risolve problemi
su Oilproject dal 1994

Non c'è nessuna domanda su questa lezione!

Se ne hai una scegli una lezione e clicca "Hai dubbi?"

Sei nel corso di

RELATORI

Sai rispondere
a queste domande?

Qui non ci sono ancora domande.

Visualizza altre domande o

Contatti Pubblicità Quality policy Note legali Cookie policy Oilproject Srl P.IVA 07236760968