Pier Paolo Pasolini

Pasolini e la lingua italiana

A cura di: Pier Paolo Pasolini

2665 visite

0 domande

Intervista a Pier Paolo Pasolini del 22 febbraio 1968, nella rubrica televisiva Rai "Sapere. L'uomo e la società".

Pasolini spiega le ragioni che hanno portato alla formazione della lingua italiana, analizzandone lo sviluppo dal punto di vista storico e sociale.
Mentre per altre lingue europee, come il francese, la loro istituzione fu dettata da motivi politici, burocratici e statali, l'italiano nacque attraverso la letteratura. I dialetti rappresentano, dunque, lingue potenziali non giunte mai in atto, perchè soppiantate dal prestigio letterario del fiorentino.

L'italiano contemporaneo, sempre più unitario per merito della televisione, dei giornali e delle infrastrutture, ha un nuovo centro linguistico, non più letterario, ma tecnico o tecnologico: MilanoPasolini, pur dichiarando la sua preferenza per una "guida letteraria", prende atto del cambiamento avvenuto, affermando che non è possibile giudicarlo come positivo o negativo.

domande

Signor Wolf
Risolve problemi
su Oilproject dal 1994

Non c'è nessuna domanda su questo corso!

Se ne hai una scegli una lezione e clicca "Hai dubbi?"

RELATORI

Contatti Pubblicità Quality policy Note legali Oilproject Srl P.IVA 07236760968